12
Lug

30xROBERTO

Una storia di amore e lavoro.

Il 17 giugno 1986 Roberto Cardetti Valfrè di Bonzo arriva alla Re.Leg.Art.
Viene da Brà , provincia di Cuneo, dove è nato il 14 Novembre del ’57 e dove è vissuto fino a quel momento, nel castello di famiglia. Roberto infatti ha origini nobiliari e spesso ricorda i tempi in cui era giovane e un po “vivace” e viveva nel castello con i genitori. Purtroppo però, dopo la morte del padre, la mamma che è gravemente malata non può più seguire Roberto che invece, a causa di un problema di ritardo mentale, ha bisogno di essere accudito. Da madre tenace insegna però al figlio a cucinare e a provvedere a se stesso il più possibile, sapendo che lei non avrebbe potuto farlo per sempre. Lo affida così ad uno dei suoi cugini che vive a Perugia, dove vivono anche altre famiglie di suoi cugini e che lo porta per la prima volta in Cooperativa.

All’inizio Roberto ci racconta che è molto titubante e timoroso perchè aveva già avuto esperienze del genere a Brà in altre cooperative dove però si era trovato malissimo e aveva dato “per ben tre volte le dimissioni perchè erano dei dettalegge“.
Invece trova ben presto alla Re.Leg.Art. un ambiente nel quale si sente a suo agio.
Il lavoro di legatoria lo “esalta e appassiona quanto mai” e si ritrova a svolgere sempre più mansioni: dal taglio dei cartoni al montaggio delle copertine, aiuta nel rilegare le tesi di laurea ma si trova a suo agio anche nell’utilizzo di alcuni macchinari, come la pressa , la fustellatrice e la cesoia. Meticoloso, precisissimo e instancabile nel suo lavoro, addirittura gli viene dato il soprannome di “Junior Binder”, dal nome di una famosa macchina da legatoria.
Roberto è sempre stato molto fiero del suo lavoro, dei suoi colleghi e della cooperativa. Sempre felice di accogliere nuove persone in Re.Leg.Art. ama trasmettere le proprie competenze e condividere i suoi momenti con gli altri: soprattutto il momento del pranzo è fondamentale per lui con i suoi “cin-cin” di rito. Anche se il cin-cin si fa pure a colazione o in ogni occasione si presenti la possibilità.

Nel corso degli anni Roberto ha migliorato le sue competenze, ha allargato le sue amicizie, ha viaggiato fino in Germania per andare a vendere i prodotti che aiuta a realizzare.

gif_roberto

La sua tenacia, la sua tenerezza e la sua disponibilità ed educazione sono diventate il simbolo della nostra cooperativa.
Roberto ha dedicato 30 anni della sua vita a Re.Leg.Art, ricevendo ma anche donando tantissimo!

Festeggiarlo è stato per noi un grande onore e privilegio.

 

Lo abbiamo sentito parlare di crisi economica, di problemi perchè vivendo in prima persona l’esperienza lavorativa ne prova sia gli aspetti positivi che quelli negativi, come tutti. La differenza è che la sua forza di volontà è “diversa”, lui non è mai negativo. Per questo a Roberto e ai suoi trenta anni di attività abbiamo legato il progetto GOOD&TRENDY che vede Re.Leg.Art. iniziare una nuova avventura per realizzare borse in pelle cercando, come sempre, di creare un modello di integrazione lavorativa e sociale.

Intanto la festa è riuscita al ”superultracompletissimo“, come direbbe Roberto.

 

Il Parco di Pila, che la Pro Loco ci ha gentilmente concesso di usare, si è trasformato per una sera in una grandiosa festa dedicata ai suoi trent’anni di lavoro.
Bisogna sempre sorridere, se sorridi ad una persona magari non cambierai in meglio la sua vita…ma di certo cambierai in meglio la sua giornata…e poi chissà…”. Non ricordo dove ho sentito questa frase ma si adatta benissimo a Roberto! Sempre sorridente e senza “mai destare problemi”, felice del suo lavoro e consapevole del suo valore.
E questa frase si adatta bene anche al mattatore della nostra serata , la “ex iena” Mauro Casciari. Insieme a Roberto la sera dell’8 Luglio hanno dato vita ad una coppia straordinaria.
Ci siamo divertiti con la musica dei bravissimi Bianca, Andrea , Mattia e Luca, abbiamo mangiato le prelibatezze della cuoca Marinella e del suo” staff,” e abbiamo giocato con Mauro e Roberto alla tradizionale riffa a premi!
Il ricavato della cena e della riffa andrà a sostenere il nostro nuovo progetto GOOD&TRENDY nel quale crediamo e con il quale speriamo di dare continuità al lavoro di Roberto ed una possibilità, ad altri come lui, di iniziare una nuova esperienza nel mondo del lavoro.
Ringraziamo come sempre tutti gli sponsor che hanno fornito supporto per questa serata (Grafox, CentroDanza, HobbyFoto, Otto Shirt, Le Bontà di Perugia, Antico Frantoio Trampolini, Antica Salumeria Granieri Amato e l’associazione ProPila) e i partecipanti, amici nuovi e amici di sempre che con noi credono nella solidarietà.

Tutto nella speranza…anzi nella certezza che si realizzi il suo più grande desiderio: il centenario perfetto.

 

“Cioè il raggiungimento dei cento anni di età costituito così fisicamente e moralmente……”
Ringraziamo come sempre tutti gli sponsor e i partecipanti, amici nuovi e amici di sempre che con noi credono nella solidarietà.
Tutto nella speranza …anzi nella certezza che si realizzi il suo più grande desiderio : quello del centenario perfetto…”