05
Ott

Laboratorio Socio Occupazionale

“Laboratorio Socio-Occupazionale Attività di lavorazione del cuoio del pellame e manifatturiera”.

POR/FSE UMBRIA 2014-2020 – ASSE 2 “INCLUSIONE SOCIALE E LOTTA ALLA POVERTÀ”- AREA DISABILITÀ – ADULTI CON DISABILITÀ INTERVENTO LABORATORI SOCIO OCCUPAZIONALI

Laboratorio socio-occupazionale “Attività di lavorazione del cuoio e manifatturiera con diverse tipologie di materiale”
coop. Sociale RE.LEG.ART. Cup I89F17000220009

 

 


DISABILITÀ E VITA INDIPENDENTE

IL PUNTO SUI PROGETTI REALIZZATI CON LE RISORSE DEL FONDO SOCIALE EUROPEO.
VISITA DEL COMITATO DI SORVEGLIANZA POR/FSE Regione Umbria
2014/2020.

DISABILITÀ E VITA INDIPENDENTE. PDF

Verso il potenziamento delle autonomie e dell’inclusione socio-lavorativa delle
persone con disabilità attraverso la realizzazione di 42 Progetti personalizzati per la
vita indipendente e 287 Progetti personalizzati di Accompagnamento al Lavoro, sono
questi i dati emersi in occasione della visita che si è svolta nei giorni scorsi nei locali
della Unità operativa Servizi sociali del Comune di Perugia da parte del Comitato di
Sorveglianza per il monitoraggio e la valutazione delle progettualità di Vita
Indipendente realizzate nella Zona Sociale n. 2 e finanziate con le risorse del Fondo
Sociale Europeo (Asse II “Inclusione Sociale e lotta alla povertà” POR FSE –
UMBRIA 2014-2020).
Oltre ai componenti del Comitato di Sorveglianza, hanno partecipato Dirigenti dei
Servizi Regionali competenti, Rappresentanti dell’Usl Umbria 1 – Distretto del
Perugino – e, per il Comune di Perugia, l’Assessore alle politiche sociali, Edi Cicchi,
e la dirigente dell’Unità Operativa Servizi sociali, Elisa Granocchia, con alcune
assistenti sociali.
Veri protagonisti della giornata sono state cinque persone con disabilità, beneficiarie
dei progetti personalizzati di vita indipendente e di inclusione socio-lavorativa
accompagnate dai familiari e dai loro assistenti personali, che hanno raccontato le
loro esperienze e quanto realizzato nel territorio della Zona Sociale n. 2 (Perugia,
Corciano e Torgiano).
Nel corso del dibattito sono stati messi in evidenza i punti di forza e i nodi critici
delle progettualità, gli obiettivi raggiunti, le potenzialità da sviluppare e su cui
continuare a investire per garantire il rispetto della Convenzione ONU che riconosce
alle persone con disabilità il diritto a vivere in modo indipendente e ad essere incluse
nella collettività.
La visita del Comitato di Sorveglianza POR/FSE si è conclusa presso locali della
Soc.Coop. Onlus Re.leg.art., uno dei tre laboratori socio-occupazionali che con
l’impiego dei fondi europei hanno permesso a 18 persone con disabilità, di
partecipare ad un processo creativo e “generativo”, che inizia con il trattamento e la
lavorazione delle materie prime fino a trasformarle in un prodotto artigianale finito,
unico nel suo genere e pronto per essere immesso nel mercato.